intestazione2

Circolare N°45: Situazioni eccezionali rispetto alla DaD

0
0
0
s2sdefault

Gentilissimi,

In questo periodo di sospensione delle attività, la scuola può organizzare, in deroga a quanto stabilito dalla normativa, momenti di attività didattica in presenza in sostituzione delle attività a distanza.

Queste sono e devono essere considerate eccezioni: infatti la chiusura delle scuole, evento così faticoso per tutti, è stata decisa per ridurre al minimo gli spostamenti delle persone ed i contatti e questo non può che essere la priorità per tutti noi.

L’attività didattica in presenza, come previsto dalla normativa attualmente in vigore, è consentita esclusivamente:

 

  • agli alunni con bisogni educativi speciali che, in relazione al proprio PEI/PDP e in accordo con le famiglie, abbiano necessità di mantenere una relazione educativa in presenza. I nostri insegnanti stanno contattando le famiglie di questi bambini e ragazzi per definire le modalità del programma didattico specifico.
  • nel caso di genitori che svolgano prestazioni lavorative ritenute indispensabili per la garanzia dei bisogni essenziali della popolazione (come da indicazioni sotto riportate). Qualora entrambi i genitori siano impegnati in queste attività e la famiglia non abbia nessun’altra soluzione organizzativa che permetta ai figli di seguire la DaD, è possibile inviare all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. una richiesta motivata per la frequenza in presenza, compilando il modulo di dichiarazione allegato.

Le attività in presenza saranno garantite in orario antimeridiano nelle seguenti fasce orarie:

  • primaria: 8:30-12:30         
  • secondaria: 8:00-13:00

Si precisa che le categorie di lavoratori che svolgono prestazioni lavorative ritenute indispensabili per la garanzia dei bisogni essenziali della popolazione sono individuate in base al chiarimento fornito dalla nota dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia - Ufficio VI, del 4 marzo 2021 e sono: personale sanitario occupato nel contenimento della pandemia, alle forze dell’ordine, esercito e vigili del fuoco, oppure siano insegnanti con attività in presenza.

Qualora dovessero intervenire ulteriori indicazioni in merito, sarà cura dello scrivente fornire tempestiva comunicazione.

Si raccomanda pertanto alle famiglie di produrre adeguata domanda soltanto se rientranti nelle indicazioni di cui sopra. Altri casi non previsti non saranno presi in considerazione nel rispetto della decisione adottata dalla Regione Lombardia per ridurre al minimo gli spostamenti delle persone ed i contatti.

Ringrazio per la collaborazione e porgo cordiali saluti

Il Dirigente Scolastico

Circolare N°45 del 6 marzo 2021